Cittadinanza italiana per via materna

Cittadinanza italiana per via materna

Accertamento e riconoscimento

Consulenza ed assistenza dell’avvocato e giudizi avanti al Tribunale civile

Ricorso ex art. 281 decies del codice di procedura civile.

E’ necessario avere gli estratti di nascita, matrimonio e morte di ogni avo (ad esempio: bisnonno, nonna, padre, richiedente): nessuno deve aver rinunciato  alla cittadinanza nè deve essersi naturalizzato cittadino di altro stato.

La causa di cittadinanza italiana per via materna va iniziata avanti al Tribunale Civile competente territorialmente con riferimento al comune di nascita all’antentato nato in Italia

Domanda di cittadinanza italiana iure sanguinis per via materna
Prima di tutto, in Italia vige il principio dell’acquisto della cittadinanza iure sanguinis: si è,  quindi, italiani per discendenza, paterna o materna

E’ molto importante sapere che tale riconoscimento, è bene sapere, può ottenerlo chi ha un avo italiano che si è trasferito in altra nazione.

Per l’ottenimento si deve dimostrare:

  • la discendenza dall’avo emigrato ed originariamente possessore della cittadinanza italiana (jure) jure sanguinis: ad esempio il bisnonno trasmette la cittadinanza al nonno, che la trasmette al padre che la trasmette  al figlio;
  • l’assenza di interruzioni nella trasmissione della cittadinanza italiana (ogni avo non deve aver perduto la cittadinanza);
  • la mancata naturalizzazione straniera da parte dell’avo primo emigrato nel territorio straniero (volontario acquisto di cittadinanza straniera);
  • l’assenza di dichiarazioni di rinuncia alla cittadinanza italiana da parte dell’avo emigrato e di tutti i suoi discendenti, compreso il soggetto interessato. Se si ha un avo italiano e non vi è stata rinuncia, è possibile richiedere l’accertamento della cittadinanza iure sanguinis.
  • La domanda può essere presentata al consolato italiano dove vive il richiedente oppure al comune di residenza in Italia, ovvero iniziando un giudizio avanti al Tribunale Civile competente territorialmente con riferimento al comune di nascita dell’antentato nato in Italia, con l’assistenza di un avvocato.

Avvocato Fabio Scatamacchia, Viale Trastevere n. 26 00153 Roma – 063385864317

Mail:  fscata1@gmail.com

Corte di cassazione

Ministero dell’Interno

Home